Pubblicato il

Come sollevare un anziano caduto? Guida passo passo

Molti familiari o caregiver vorrebbero poter sollevare un anziano caduto a terra, ma spesso non riesce possibile. Vediamo in questo articolo come fare, in pochi semplici passaggi

 

Secondo gli esperti[1] più di una persona su quattro di età pari o superiore a 65 anni cade ogni anno. Sembrerebbe facile, se qualcuno è caduto in terra il modo più facile per aiutarlo è sollevarlo, ma questo non sempre è possibile, soprattutto in caso di persone pesanti o anziane. Sollevare un anziano caduto in modo errato può significare mettere a rischio anche chi aiuta, per il rischio di subire traumi alla schiena o cadere essa stessa.

In uno studio[2] che ha seguito un gruppo di anziani a Cambridge, l’80% delle persone cadute non sono state in grado di alzarsi senza aiuto in almeno un’occasione. Circa un terzo di questi è rimasto sul pavimento per più di un’ora. Per evitare che una persona stia ore sul pavimento in attesa dei soccorsi è possibile utilizzare una semplice tecnica che presentiamo di seguito, con l’aiuto di alcune immagini. Naturalmente diamo per scontato che il soggetto non abbia subito traumi, non senta dolore e che sia collaborante, in caso contrario sarà opportuno chiamare i servizi di emergenza sanitaria al 112 o 118, per accertarsi di eventuali danni o problemi di salute (fratture, malori, ecc.). Accertato che non vi siano emergenze, come facciamo a sollevare un anziano caduto in terra a rialzarsi? In realtà è molto semplice, come vedremo.

Prima di fare qualsiasi cosa liberiamo l’area intorno al soggetto, quindi togliamo eventuali oggetti caduti, vetri rotti o acqua.

 

Passaggio n. 1

Considerando che la persona si trovi a terra a pancia in su, aiutiamola a girarsi su un fianco, poi facciamo ruotare ancora il corpo fino a che non si trova a pancia in giù (foto sotto).

Passaggio n. 2 

A questo punto chiediamo alla persona di sollevare prima il busto e poi i fianchi facendo forza sulle braccia, continuando fino a che non si trova in posizione a “quattro zampe”, con entrambe le mani e le ginocchia a terra (foto sotto).

Passaggio n. 3 

A questo punto portiamo una sedia robusta davanti alla persona in modo che possa appoggiarsi con le mani sui bordi, per sollevarsi (foto sotto).

Passaggio n. 4

Chiediamo ora di piegare con cautela la gamba più forte in avanti in modo che a terra rimanga un solo ginocchio, con le mani che tengono saldamente la sedia (foto sotto).

Passaggio n. 5

Chiediamo quindi di sollevare anche l’altra gamba come la precedente e di fare forza su entrambe le gambe per alzarsi, aiutandosi sempre con le braccia (foto sotto). Se si è soli in casa e non si riesce a compiere quest’ultimo passaggio si può gattonare o camminare ginocchioni fino al telefono e chiedere aiuto, per esempio ad un familiare.

 

Se non si riesce a sollevare un anziano perché troppo pesante è necessario chiamare i servizi di emergenza (112), saranno in grado di valutare la situazione e inviare gli aiuti più appropriati.

Spesso si pensa che le cadute siano un accadimento inevitabile della vita, in particolare con l’avanzare dell’età, mentre in realtà si stima che gran parte di queste potrebbero essere prevenute.[3] Spesso le cadute accidentali, cioè non dovute a malore, sono causate da ostacoli che si incontrano per la casa. A tal fine sarebbe bene utilizzare alcuni accorgimenti, per esempio: fare più spazio possibile per sgombrare lo spazio in cui si cammina, assicurarsi che l’illuminazione sia adeguata, rimuovere eventuali tappeti, usare scarpe chiuse, basse e con pianta larga, se possibile installare dei maniglioni nel bagno per sorreggersi e tappetini antiscivolo quando si esce dalla vasca o dalla doccia, tenere gli oggetti necessari a portata di mano, specie di notte, risolvere eventuali problemi di vista. È importante che le persone anziane siano incoraggiate e camminare regolarmente, per prevenire la perdita di forza e capacità muscolare. L’esercizio fisico contribuisce già da solo ad un minor rischio di cadute.[4] 

 

In un altro articolo abbiamo visto come prevenire le cadute dei pazienti in ospedale (qui).

Siamo anche su Facebook (qui). Puoi condividere questo articolo attraverso i pulsanti che trovi in basso.

 

BIBLIOGRAFIA

[1] Centers for Disease Control and Prevention “Facts About Falls”. 2021 (link

[2] Fleming e Brayne, 2008

[3] Ministero della salute. “Raccomandazione per la prevenzione e la gestione della caduta del paziente nelle strutture sanitarie”. Pag. 4 (link)

[4] Tricco A. C., Thomas S. M., Veroniki A. A. et al. “Comparisons of Interventions for Preventing Falls in Older Adults. A Systematic Review and Meta-analysis”. JAMA. 2017;318(17):1687-1699

Foto nell’articolo: Youtube

 

Creative Commons License