Pubblicato il

Fratture delle dita e trattamento con stecca di Zimmer

In caso di traumi della mano, nel caso in cui si sia diagnosticata una frattura di piccola entità, sarà sufficiente immobilizzare il dito fratturato con una stecca di Zimmer. Vediamo cos’è e come si applica

 

Le fratture della mano rappresentano il 17,5% di tutte le fratture. Il quadro clinico delle fratture della mano è caratterizzato dalla presenza di dolore e tumefazione locale, a cui si può associare una deformità più o meno evidente, in particolare a livello falangeo. Come in tutte le fratture, la diagnosi è essenzialmente radiografica. Nel presente articolo tratteremo delle fratture delle falangi, che come frequenza rappresentano quasi la metà di tutte le fratture della mano. Continua a leggere Fratture delle dita e trattamento con stecca di Zimmer

Pubblicato il

I principi dell’open government nella divulgazione scientifica

In tempo di pandemia e di fake news anche le parole degli esperti e delle istituzioni rischiano di essere messe in dubbio. È possibile difendersi dalla disinformazione? L’accesso trasparente ai dati della ricerca scientifica, secondo i principi dell’open government, garantisce al cittadino un’arma in più

 

In questo momento storico, in cui siamo giornalmente bombardati da una divulgazione incalzante e variegata, è importante quotidianamente generare delle connessioni con un pensiero critico quanto più in linea con la relativa evidenza basata sui fatti, restaurando quella relazione fiduciaria con la sana informazione. Continua a leggere I principi dell’open government nella divulgazione scientifica

Pubblicato il

Nuove prospettive terapeutiche nella cura dei tumori

Vediamo in questo articolo, nei tratti essenziali, quali sono le nuove terapie farmacologiche nella cura dei tumori

 

In condizioni normali, le cellule del nostro corpo crescono e si dividono, producendo così altre cellule per mantenere l’organismo sano e farlo funzionare nel modo adeguato. A volte, però, il processo di riproduzione cellulare “impazzisce”, per cui le cellule si dividono troppo spesso e in maniera disordinata e incontrollata. Da queste cellule in sovrannumero si forma la massa tumorale. Continua a leggere Nuove prospettive terapeutiche nella cura dei tumori

Pubblicato il

Il tromboembolismo venoso: profilassi e terapia

Il tromboembolismo venoso rappresenta la terza malattia cardiovascolare per frequenza dopo l’infarto e l’ictus cerebrale

 

La malattia tromboembolica venosa o tromboembolismo venoso (TEV) è una delle patologie più comuni del sistema circolatorio. Il TEV prende origine da una trombosi venosa profonda (TVP) quando, all’interno di una vena profonda, generalmente degli arti inferiori, si forma un trombo cioè un agglomerato formato da coagulo e piastrine. Continua a leggere Il tromboembolismo venoso: profilassi e terapia

Pubblicato il

L’etica nell’analisi e nella gestione del rischio

Riceviamo e volentieri pubblichiamo un articolo della Dott.ssa Letizia Cascio, Dottoressa in Giurisprudenza, sul tema dell’etica nell’analisi e nella gestione del rischio

 

Nel corso degli anni si è acquisita sempre più la consapevolezza che il mondo scientifico non dà spesso risposte certe e risolutive tanto che in assenza di risposte concrete, nei processi decisionali, la componente etica che correda il principio di precauzione è certamente essenziale.[1] Continua a leggere L’etica nell’analisi e nella gestione del rischio

Pubblicato il

Quale differenza tra Azienda ASL e Azienda ospedaliera?

Che differenza c’è tra Azienda ospedaliera ed Azienda ASL? Vediamolo in quest’articolo

 

Il Servizio sanitario nazionale (SSN) è un sistema di strutture e servizi che hanno lo scopo di garantire a tutti i cittadini, in condizioni di uguaglianza, l’accesso universale all’erogazione equa delle prestazioni sanitarie, in attuazione dell’art. 32 della Costituzione. Continua a leggere Quale differenza tra Azienda ASL e Azienda ospedaliera?

Pubblicato il

Gli anticorpi monoclonali nella cura dei tumori

Una terapia farmacologica efficace contro i tumori è quella con anticorpi monoclonali. Vediamo cosa sono e come funzionano

 

Con chemioterapia intendiamo l’utilizzo di sostanze chimiche per ridurre la proliferazione cellulare di un sistema biologico alterato, qual è quello delle cellule tumorali. Continua a leggere Gli anticorpi monoclonali nella cura dei tumori

Pubblicato il

Le migliori app (gratuite) per gestire al meglio un’emergenza

Tutti noi potremmo trovarci nella necessità di prestare soccorso ad una persona o a un familiare in caso di malore o incidente. Ma sapremmo cosa fare? Ecco le migliori app per essere sempre pronti in caso di emergenza

 

Ha fatto molto parlare di se un episodio accaduto qualche giorno fa dove due genitori hanno salvato il figlioletto, in difficoltà a causa di un boccone finito di traverso, guidati dagli operatori del 118. Accortisi del pericolo i genitori non si persi d’animo e hanno chiamato subito il 118 il quale attraverso i cellulari ha attivato una diretta video che ha consentito agli operatori, guardando direttamente la scena, di fornire le istruzioni sulle manovre da eseguire per risolvere l’emergenza. Continua a leggere Le migliori app (gratuite) per gestire al meglio un’emergenza

Pubblicato il

Applicazione del sondino naso-gastrico: tecnica ed esecuzione

Vediamo in questo articolo che cos’è il sondino naso-gastrico e come si applica

 

L’introduzione del sondino naso-gastrico è una delle procedure più comuni in terapia intensiva, pronto soccorso e reparti ospedalieri. Con questa procedura il medico o l’infermiere inseriscono un sottile tubo di plastica attraverso la narice, lungo l’esofago fino ad arrivare nello stomaco (foto sotto). Continua a leggere Applicazione del sondino naso-gastrico: tecnica ed esecuzione

Pubblicato il

Epistassi (sangue dal naso): cause e trattamento in emergenza

Il tamponamento nasale anteriore è una procedura semplice ed efficace nella gestione delle epistassi, vediamo in cosa consiste

 

La fuoriuscita di sangue dal naso, indicata con il termine epistassi, può essere causata da traumi diretti del naso ma anche da patologie mediche come per esempio l’ipertensione arteriosa. In questo caso l’aumento della pressione riesce a rompere i sottili capillari delle mucose nasali causando la fuoriuscita del sangue. Continua a leggere Epistassi (sangue dal naso): cause e trattamento in emergenza

Pubblicato il

“Contenere” la contenzione fisica nei pazienti psichiatrici è possibile

L’esistenza di servizi ospedalieri in cui non si esercita la contenzione fisica dimostra che l’eliminazione di questa pratica è un obiettivo possibile

 

La pratica di legare i pazienti psichiatrici al letto con lacci, polsini e fasce è molto diffusa nei Servizi psichiatrici di diagnosi e cura (Spdc) italiani.[1] La contenzione può avere effetti devastanti per i pazienti sia dal punto di vista fisico che mentale. Gli effetti fisici possono andare da abrasioni, danni vascolari, ischemie, conseguenze neurologiche e ortopediche che, in casi estremi, possono portare alla morte. Negli anni che vanno dal 2006 al 2009, quattro persone in Italia sono decedute a causa della contenzione fisica. Particolare impressione ha destato nell’opinione pubblica il caso del maestro Franco Mastrogiovanni deceduto a causa della contenzione dopo essere stato per 87 ore legato a letto, senza condizioni che la giustificassero. Continua a leggere “Contenere” la contenzione fisica nei pazienti psichiatrici è possibile

Pubblicato il

Come migliorare l’accoglienza dei pazienti in Pronto Soccorso?

Il Pronto soccorso rappresenta per i cittadini un punto di riferimento irrinunciabile. E’ necessario però investirci e migliorarlo per renderlo più accessibile e umano

 

L’inadeguatezza delle strutture di assistenza territoriale costringe sempre più cittadini a rivolgersi ai Pronto Soccorso (PS) per risolvere i propri bisogni di salute, contribuendo cosi al fenomeno del sovraffollamento. In caso di sovraffollamento l’eccessivo carico di lavoro non permette al personale sanitario di occuparsi di tutti i pazienti con la necessaria tempestività, il che genera sentimenti di rabbia e frustrazione che spesso sfociano in aperti atti di violenza nei confronti degli operatori sanitari (medici, infermieri, OSS, ecc.). D’altra parte chiunque sia stato in un PS avrà avuto modo di constatare le difficili condizioni in cui versano tali reparti.[1] E’ necessario pertanto investirci e migliorarli per renderli più accoglienti e umani. Continua a leggere Come migliorare l’accoglienza dei pazienti in Pronto Soccorso?

Pubblicato il

Fentanyl intranasale in emergenza: rapido ed efficace contro il dolore

La somministrazione intranasale con Fentanyl è sempre più utilizzata in emergenza per la riduzione del dolore. Vediamo cos’è e come funziona

 

Il dolore è uno dei sintomi di presentazione più comuni in emergenza, tuttavia non sempre viene fornita un’adeguata e tempestiva analgesia. Ciò contrasta con la Legge 38/2010 che obbliga gli operatori sanitari alla cura del dolore che è a pieno titolo il quinto parametro vitale nella documentazione clinica.[1] Continua a leggere Fentanyl intranasale in emergenza: rapido ed efficace contro il dolore

Pubblicato il

Lavanda gastrica in emergenza (gastrolusi): quando farla e procedura

L’avvelenamento acuto rimane un evento molto pericoloso, sia nei bambini che negli adulti. La lavanda gastrica in tali casi può salvare la vita al paziente

 

Un veleno è una sostanza tossica che può costituire un pericolo per l’organismo, producendo danni tali da mettere in pericolo la vita del paziente. L’avvelenamento può essere causato da sostanze di vario tipo: medicinali, pesticidi, funghi, tossinfezioni alimentari, prodotti per uso domestico, caustici, ecc. Continua a leggere Lavanda gastrica in emergenza (gastrolusi): quando farla e procedura

Pubblicato il

Bendaggio secondo Desault: tecnica ed esecuzione

Il bendaggio secondo Desault è utilizzato in caso di evento traumatico che abbia interessato spalla, omero o clavicola. Vediamo cos’è e come si esegue

 

Il bendaggio secondo Desault è una tecnica di fasciatura che prende il nome dall’omonimo ortopedico francese che l’ha ideata, che viene frequentemente utilizzata in presenza di  lesioni articolari della spalla o dell’omero e, come soluzione di emergenza, in presenza di fratture della clavicola. Continua a leggere Bendaggio secondo Desault: tecnica ed esecuzione

Pubblicato il

Danni ai pazienti: quanto ci costa una sanità non sicura?

Gli errori ed eventi avversi in sanità rappresentano un problema rilevante non solo per i danni ai pazienti anche per gli elevati costi economici che essi comportano

 

La normativa vigente richiede che tutte le strutture sanitarie che concorrono a garantire gli obiettivi assistenziali debbono operare secondo principi di efficacia, qualità e sicurezza delle cure.[1] Continua a leggere Danni ai pazienti: quanto ci costa una sanità non sicura?

Pubblicato il

Interventi inutili e protesi difettose: quando la sanità è “malata”

Pazienti operati senza una reale necessità o a cui sono state impiantate protesi difettose, solo per trarne profitto. Sembra incredibile eppure è vero. Vediamo brevemente alcuni casi tratti dalla cronaca

 

(Aggiornato gennaio 2021)

Fare il bene del paziente, oltre che un obbligo etico e morale, dovrebbe essere il principio guida di ogni operatore sanitario. Purtroppo non sempre è cosi. Non dobbiamo dimenticarci, ahinoi, che l’essere umano porta con sé anche una dimensione meno nobile, legata all’avidità e al denaro, che in ambito sanitario non dovrebbe trovare accoglienza eppure è presente, come molti episodi di cronaca ci insegnano. Continua a leggere Interventi inutili e protesi difettose: quando la sanità è “malata”

Pubblicato il

Riformare l’assistenza territoriale per risolvere i problemi della sanità

Con l’invecchiamento continuo della popolazione e la pandemia che ancora incombe è necessario adottare nuovi modelli di assistenza territoriale. Vediamo perchè

 

Con una quota ingente della popolazione di età pari o superiore a 65 anni, destinata ad aumentare negli anni,[1] è necessario cambiare i nostri modelli di assistenza territoriale. Una solida assistenza sanitaria di base può ritardare l’insorgenza delle malattie croniche e di conseguenza ridurre il numero di ricoveri in ospedale e di accessi impropri in Pronto Soccorso.[2] Secondo uno studio[3] il 20% degli accessi in Pronto Soccorso sono impropri, con tutto ciò che questo comporta in termini di sovraffollamento e disagio per i cittadini. Continua a leggere Riformare l’assistenza territoriale per risolvere i problemi della sanità

Pubblicato il

Come risolvere il problema della minzione notturna nel paziente anziano

E’ possibile consentire la minzione notturna nel paziente anziano a letto senza ricorrere ai normali presidi usati per incontinenza, come condom o pannoloni. Vediamo come

 

Molte sono le patologie invalidanti che possono colpire le persone anziane. Passata la fase acuta in ospedale la prosecuzione delle cure a domicilio in questi pazienti è sempre un’evenienza difficile da gestire per i familiari o i caregiver. Nella fase riabilitativa l’anziano si trova in una condizione di graduale ripresa ma non ancora di completa autosufficienza, per esempio dal punto di vista della possibilità di urinare. Mentre nelle ore diurne il paziente, stazionando in carrozzina, riesce a d usare da solo i presidi necessari per urinare, di notte, stando a letto, la cosa riesce impossibile. La soluzione in questi casi è affidata a presidi quali il condom o gli assorbenti per anziani (pannoloni). Purtroppo entrambe queste soluzioni hanno degli inconvenienti: il pannolone deve essere continuamente cambiato durante la notte, interrompendo in questo modo il riposo del paziente e di chi lo assiste, con il rischio aggiuntivo di bagnare vestiti e materasso. Il condom il più delle volte si sfila o con l’uso prolungato tende ad irritare l’organo maschile. Continua a leggere Come risolvere il problema della minzione notturna nel paziente anziano

Pubblicato il

Morte Floyd: una maggiore preparazione sanitaria della polizia avrebbe evitato l’evento?

La morte di George Floyd per asfissia potrebbe essere correlata ad una scarsa preparazione delle forze di polizia dal punto di vista sanitario? 

 

Le immagini del corpo senza vita del povero George Floyd (foto in alto), l’afroamericano di 46 anni brutalmente assassinato il 25 maggio 2020 da alcuni poliziotti a Minneapolis, hanno indignato tutto il mondo. Continua a leggere Morte Floyd: una maggiore preparazione sanitaria della polizia avrebbe evitato l’evento?